Piano Triennale Attuazione PNSD

 

 

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale. È un pilastro fondamentale de “La Buona Scuola” (legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale. Il PNSD è costituito da 35 azioni programmatiche finanziate attingendo alle risorse dei Fondi Sociali Europei (PON Istruzione 2014-2020) e dai fondi della Legge 107/2015.

Il PNSD è consultabile visitando il portale dedicato http://www.istruzione.it/scuola_digitale. L’attuazione concreta del PNSD all’interno dei singoli Istituti è descritta nella L. 107/2015, all’art. 1, comma 57 in cui si afferma che “[…] le istituzioni scolastiche promuovono, all’interno dei piani triennali dell’offerta formativa e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, azioni coerenti con le finalità, i principi e gli strumenti previsti nel Piano nazionale per la scuola digitale di cui al comma 56”.

L’Animatore Digitale (AD) Con riferimento all’azione #28 del PNSD, ogni scuola avrà un “animatore digitale”, un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, avrà un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione a scuola, a partire dai contenuti del PNSD. Sarà formato attraverso un percorso dedicato tutti i temi del PNSD, per sostenerne la visione complessiva. Per tenere alta l’attenzione sui temi dell’innovazione potrà sviluppare progettualità su tre ambiti:

1. Formazione interna

2. Coinvolgimento della comunità scolastica

3. Creazioni di soluzioni innovative